All posts tagged tendenze

rinnovare arredamento bar

Il nuovo anno ha da poco fatto il suo debutto ed ha portato con sé un’aria di cambiamento e profondo rinnovamento. Se state pensando di cambiare anche l’aspetto del vostro locale, seguite i nostri consigli per ottenere un restyling di forte impatto. Iniziamo con tutti i suggerimenti per rinnovare arredamento bar

Le tendenze d’arredo si evolvono piuttosto velocemente, specialmente per bar, pasticcerie ed in genere locali dedicati alla ristorazione. Il 2019 è iniziato da pochi giorni, ed il nuovo anno richiama sempre idee di cambiamento e miglioramento di noi stessi e della nostra attività professionale. I bar, in particolare, puntano il loro successo in gran parte sull’impatto emotivo che sono in grado di avere sulla clientela; rinnovare arredamento bar, quindi, non è solamente una scelta estetica, ma una vera strategia di marketing. L’obiettivo è quello di comunicare un’emozione, ricreare un luogo familiare e confortevole dove i clienti sentano di poter trascorrere in totale confort il loro tempo.

Rinnovare arredamento bar: carattere e personalità

Il primo passo per affrontare un restyling del vostro bar è quello di individuare uno stile da riproporre in tutti i complementi ma, soprattutto, nel carattere stesso del locale. La funzionalità ristorativa, per quanto importante, non è infatti più assolutamente prioritaria: l’obiettivo è quello di riprodurre un genere di arredo ben circostanziato e adatto ad attrarre la clientela ed esaltare i prodotti in vendita invogliandone l’acquisto.

rinnovare arredamento bar

E’ possibile rinnovare l’arredamento optando per un perfetto connubio tra tecnologia di refrigerazione e design, oppure ampliando l’attività e includendo magari una zona ristoro o un angolo pasticceria. Gli arredi moderni riescono ad essere contemporaneamente funzionali ma di design.

Oggi il bar non è più (solamente) il luogo in cui sorseggiare rapidamente un caffè, ma è diventato per molte persone il locale adatto per sorseggiare un aperitivo in totale relax e concedersi venti minuti di relax, o dove concludere affari o rivedere amici che non si incontra da molto tempo. Insomma, il bar sempre più spesso svolge una vera e propria funzione sociale, per cui l’ambiente deve essere il più familiare e confortevole possibile.

Rinnovare arredamento bar: colori e stile

Le tendenze sono molteplici e bisognerebbe chiedersi quale sia lo stile che più si conforma al tipo di bar: è possibile optare per un restyling completo trasformando il locale in una caffetteria oppure prediligere un genere familiare ed accogliente inglobando anche un’area dedicata ai panificati, ai dolci e ai rustici. Si potrebbe ricreare un’atmosfera urban ed industrial o richiamare i pub inglesi per realizzare un luogo che sia anche paninoteca. In tal modo l’attività principale sarà accompagnata da una diversificazione che attirerà clienti con gusti differenti, contribuendo alla rinomanza del locale.

E’ fondamentale definire l’area a disposizione per sostituire i vecchi complementi con arredamenti dalle linee slanciate che sapranno perfettamente conferire spazio e luminosità all’interno del locale.

Nel momento in cui si decide di rinnovare un locale bar è buona norma scegliere lo stile da utilizzare nel complesso degli arredamenti e soprattutto i colori degli interni. Le tendenze attuali sono poliedriche e spaziano tra arredi dalle classiche tonalità ovattate al freddo Industrial Design, principalmente adoperato per un bar di carattere e in simmetria con la metropoli.

rinnovare arredamento bar

Una buona idea potrebbe essere quella di avvalersi di un esperto in progettazione che sappia intuire la soluzione adeguata per molteplici esigenze: lo spazio, lo stile, il target, il carattere, il budget. Ad esempio una periferia legata alla tradizione locale potrebbe essere idonea per uno stile Country con un pizzico di Chic adoperando arredi realizzati principalmente in legno rustico. Al contrario, una metropoli frenetica richiama lo stile Urban alternando il freddo dei metalli con il colore del massello, mentre sul corso principale di una città l’arredamento ideale potrebbe conformarsi ai dettami dello Shabby.

Si potrebbe anche giocare con più tendenze, prediligendo il colore di una e la linearità di un’altra. E’ l’esempio dello stile moderno che preferisce le forme pulite per conferire spazio, ma contemporaneamente può sfruttare le tonalità tenui tipiche di un ambiente familiare.

Rinnovare arredamento bar: modificare l’illuminazione

La luce in un bar è davvero importantissima; non è raro il caso di locali molto belli esteticamente ma male illuminati, che vengono estremamente penalizzati da questa assenza di luce.

Ma attenzione: una corretta illuminazione deve essere appositamente studiata a seconda dello stile che si è scelto per arredare gli interni, perché non tutti i colori e non tutte le luci sono adattabili alla tendenza adoperata.

Lo stile contemporaneo preferisce infatti luci neutre che pongano in risalto la linearità degli arredamenti, mentre lo stile rustico si adatta ad un’illuminazione calda dai toni del giallo. Il neon o il LED è tipico delle atmosfere urban mentre la luce soffusa richiama in mente i bar londinesi immersi nella nebbia della città.

E’ possibile rinnovare il proprio locale prediligendo soluzioni a ridotto impatto ambientale e a risparmio energetico. Nel settore dell’illuminazione, le nuove proposte di alcuni brand prevedono la sostituzione del neon dai banconi con un più innovativo sistema a LED, mentre le refrigerazioni, i frigoriferi e i piani per mantenere a caldo i rustici diventano automatizzati e regolabili per garantire un prodotto genuino per tutto l’arco della giornata.

addobbare un negozio per Natale

Il periodo natalizio è tra i più importanti per realizzare i maggiori profitti di un’attività commerciale, in quasi tutti i settori merceologici. Ma come addobbare un negozio per Natale in modo da incrementare ulteriormente gli affari?

Natale, lo sappiamo bene, è un periodo davvero d’oro per chi esercita un’attività commerciale, in tutti i campi. Sotto le feste è più semplice fare affari: sia per la caccia al dono perfetto, che premia i negozi di abbigliamento, di giocattoli ed in genere tutti quelli specializzati in articoli da regalo, ma non solo! E’ un periodo florido anche per il settore alimentare, grazie alla spesa per i vari pranzi e cene che abbondano sotto Natale, ma anche alla maggiore tendenza ad uscire ed a consumare pasti fuori con gli amici. Insomma, le feste sono una manna dal cielo per moltissimi commercianti, quindi vanno sfruttate al massimo. E il primo passo è senz’altro quello di addobbare un negozio per Natale in maniera esteticamente perfetta.

addobbare un negozio per Natale

Perché saper ricreare anche nel proprio locale quell’atmosfera magica che si respira nelle case farà sentire coccolati i clienti, dando esattamente l’aria festosa che tutti cercano. Un albero di Natale ben realizzato, degli addobbi eleganti e luci sofisticate infatti donano al vostro locale quella marcia in più che può davvero fare la differenza.

Vediamo quindi come addobbare un negozio per Natale

Partendo dal dato dell’estrema importanza del visual merchandising durante le feste, vediamo quali sono le regole fondamentali per ottenere il massimo dell’atmosfera natalizia così proficua per gli affari.

La prima regola è quella di rispettare una certa coerenza tra lo spazio espositivo interno e quello esterno.

In pratica, all’interno del vostro negozio dovete riproporre lo stesso tema ed i medesimi colori e decorazioni che avete esposto in vetrina. Se, ad esempio, avete utilizzato della neve finta in vetrina per ricreare un’atmosfera invernale, la stessa neve finta dovrà essere collocata sugli scaffali, intorno ai manichini o sul bancone da lavoro, a seconda del vostro settore.

Tutto questo è fondamentale per due ragioni: sia per dare immediatamente l’idea di cosa il cliente potrà trovare all’interno del vostro negozio, evitando quindi l’effetto “semplice curioso”; ma anche per non deludere le aspettative di chi guarda da fuori. Pensiamo ad un locale da tè: sarebbe davvero spiacevole se la vetrina promettesse una deliziosa e calda atmosfera natalizia, dove rilassarsi a sorseggiare una tazza fumante, e poi all’interno il cliente si ritrovasse seduto in un freddo tavolino di alluminio senza un briciolo di decorazione!

Ma non solo: attraverso l’uso di pigne, nastri argentati o stelle natalizie posizionate strategicamente intorno ad una determinata merce che volete “spingere” di più, catturerete l’attenzione del cliente che sarà portato immediatamente a focalizzare il medesimo decoro della vetrina che lo ha già colpito guardandola dall’esterno.

Come addobbare un negozio per Natale: i giusti spazi

La seconda regola fondamentale nell’arredamento di un negozio per le festività è saper sempre rispettare gli spazi che avete a disposizione.

Gli addobbi infatti, dall’albero di Natale alle renne ad ogni oggetto natalizio, non devono assolutamente togliere spazio alla merce in vendita, o al contrario perdersi in un luogo troppo ampio. Occorre armonizzare il tutto.

Se avete dei corridoi stretti, ad esempio, evitate alberi eccessivamente maestosi che ostruirebbero il passaggio; molto meglio un albero piccolo ma ben proporzionato, o anche delle semplici ghirlande e fiocchi calati magari dal soffitto. Se invece avete uno spazio espositivo molto ampio, va da sé che dovrete optare per un bell’albero maestoso e riccamente decorato.

Fate molta attenzione al colpo d’occhio

Collocate gli addobbi più belli all’ingresso o comunque in prossimità dell’entrata, affinché sia chiaro da subito che state ricreando l’atmosfera natalizia. Posizionate poi i ninnoli più belli in posti insoliti, dove il cliente non si aspetta di trovarli. ad esempio, se avete un ristorante curate l’allestimento del bagno con candele e ghirlande rosse e profumate: gli darete un’immediata sensazione di importanza.

Come addobbare un negozio per Natale: l’angolo regalo

Per dare una marcia in più alla vostra attività durante le feste dovete trovare però qualcosa che faccia davvero la differenza. Ad esempio, potreste pensare ad un angolo allestito per confezionare i regali dei clienti, ma non in maniera qualunque bensì personalizzata! Offrite chiudipacchi natalizi con la lettera iniziale del nome cui il pacco va donato, da scegliere a gusto del cliente; o ancora un piccolo oggettino in tema (Babbo Natale, angioletto, fiocco di neve) da omaggiare insieme al pacchetto.

Infine un ultimo consiglio: attenzione a non strafare. Se infatti una calda atmosfera natalizia aiuta le vendite, un carrozzone da circo rischia di ribaltare la tendenza. No a oggetti pacchiani, cineserie e altre paccottiglie che danno più un senso di disordine anziché di accoglienza, così come limitate l’uso delle luminarie a poche e semplici file di lucine monocromatiche.

boho chic

Volete dare un tocco di originalità, sensualità e femminilità alla vostra nuova boutique super trendy e farla diventare punto di riferimento in città per clienti selezionate ed affezionate? Lo stile boho chic può allora fare al caso vostro!

Lo stile boho chic arriva direttamente dalle passerelle dell’alta moda parigina ed unisce il fascino del bohemien, ovvero anticonformista, libero, stravagante, ad un tocco chic, glamour, elegante. Questo stile ha il sapore della Parigi anni ’20, luogo in cui si formano artisti dalla forte personalità ed estro, fuori da ogni tempo. Possiede anche forti richiami hippy e gipsy, con un certo carattere di provvisorietà, dove tutto è vissuto e destinato ad essere rivisitato, recuperato, fatto rinascere ad un uso nuovo ed originale.

Nell’arredamento prende spesso le forme di un mix di stili, combinando sapientemente elementi d’arredo classici con oggetti moderni e vintage. In questo stile è fondamentale equilibrare le sfumature dei colori e le forme degli arredi presi da diverse epoche. Protagonisti sono i tessuti dalle tinte coloratissime con fantasie eccentriche e motivi arabescati, ma anche metalli lussuosi, preziosi intagli floreali nel legno e lampade in grado di donare luci soffuse.

Come ricreare lo stile boho chic nella vostra boutique

Se questo stile, così glamour e femminile, vi piace, ecco alcuni suggerimenti per ricrearlo anche nel vostro showroom:

Iniziamo dalle pareti del vostro locale. Potrete osare verniciandole di un delizioso rosa pastello. Una tinta luminosa, ma allo stesso tempo femminile, che favorisce l’effetto di contrasto con gli elementi d’arredo.

Gli arredi dovranno essere caldi ed accoglienti. Tessuti pesanti e abbondanza di velluto doneranno un tocco davvero chic all’ambiente (abbinate Abbondate nei cuscini, dove adagiarsi per chiacchierare tra una prova d’abito e l’altra, da scegliere in tinta unita pescando tra le tonalità più chiare della fantasia a fiori ed inserendo qualche elemento etnico o originale.

Anche un bel tappeto, magari dalla geometria optical bianca e nera bilancia il tutto e rende confortevole tutto l’ambiente.

Completate con una sedia vintage, un classico tra le icone del design, abbinandola ad un tavolino tondo in legno smaltato bianco, dove poggiare una fumante tazza di tè.

Per un progetto realizzato su misura per voi, contattateci! Saremo lieti di aiutarvi a realizzare il vostro business.

botanical chic

In un mondo sempre più eco-friendly, creare atmosfera e arredare con le piante è una scelta perfetta per dare quel tocco in più al vostro store. Il botanical chic è il mood del momento e sempre più imprenditori si stanno convertendo ad inserzioni green.

Che sia un semplice angolo o addirittura un’intera parete, come da Stammi Bene a Bari, il botanical chic è la chiave per creare la giusta atmosfera nel vostro locale. Vivere all’aria aperta, respirare ossigeno puro e sentirsi quasi in un bosco fatato: sono queste le ultime tendenze dal mondo dell’interior design e non solo per abitazioni private.

botanical chic

Anche negli store e soprattutto nel settore della ristorazione, il botanical chic va sempre più di moda. Cenare circondati da piante e fiori, infatti, rende l’esperienza gastronomica ancora più goduriosa, grazie anche alle fragranze inebrianti che ne scaturiscono!

Quali sono le piante più adatte per il vostro arredamento botanical chic?

Se volete arredare un’intera parete, prediligete piante cespugliose sempreverdi, magari rampicanti, come il profumatissimo gelsomino o dell’edera dalla meravigliosa foglia grande e a cuore; sconsigliamo invece, per quanto bellissima, la bouganvillea in quanto trascorso il periodo di fioritura tende a spogliarsi completamente. In vaso, creano un bell’impatto le felci, dai colori lucidi e molto marcati.

Per un angolo green, perfetti per lo stile botanical chic sono anche i bonsai: in genere hanno il vantaggio di richiedere poca manutenzione e di adattarsi perfettamente anche agli ambienti chiusi, purché ovviamente ben illuminati. Molto glamour i bonsai di agrumi, limoni e mandarini specialmente, che oltre a dare un tocco di colore, richiamano la tradizione mediterranea.

Come sempre, consigliamo di rivolgervi ad un florist professionista che sappia indirizzarvi al meglio nella scelta delle piante giuste per il vostro ambiente!