All posts in Realizzazioni

arredi-su-misura

Progettare il vostro locale o ristorante con arredi su misura si rivela una scelta che può davvero fare la differenza. Carattere, bellezza, funzionalità e, soprattutto, una estrema personalizzazione sono gli ingredienti di una storia di successo. Emiliano Arredamenti vi guida in questo percorso esclusivo!

Sempre più persone, oltre ad architetti ed appassionati di design, investono in arredi su misura. Un soggiorno o una cucina progettati per voi tutto su misura, dal tipo di lampade alla forma delle sedie, non è certo cosa da poco. Ma se siete il proprietario di un locale (ristorante, bar o pub non fa differenza), allora il design dell’arredo su misura diventa un must, quasi un imperativo categorico.

Per dare spessore e carattere all’ambiente, e quindi farvi notare e ricordare dai vostri clienti, niente di meglio della progettazione e realizzazione di pezzi unici progettati su misura solo per voi.

arredi-su-misura

Noi di Emiliano Arredamenti siamo da sempre al fianco di aziende come la tua, per aiutarti a trovare il giusto arredamento per il tuo locale.

Arredi su misura: unicità

La principale ragione per scegliere pezzi di arredo su misura è perché in tal modo si vuol rendere davvero unico il proprio locale.

E questo è fondamentale per farvi ricordare dalla clientela, non solo per la qualità della vostra cucina, per la bontà delle materie prime e l’arte espressa dalle pietanze. Ma anche per l’impronta assolutamente unica del vostro locale.

Per un ristorante o per un locale alla moda è importantissimo distinguersi: i clienti che restano colpiti (meglio affascinati) da un ambiente accogliente ed evocativo, tornano.

Arredi su misura: sfruttare lo spazio

Un arredamento realizzato apposta per voi permette di sfruttare lo spazio non solo nel modo più completo e razionale, ma anche di “personalizzarlo” in base alle proprie reali necessità.

Acquistare mobili standard significa scendere a diversi compromessi, il fondamentale dei quali è il dover adattare lo spazio al mobile, mentre col design su misura, è il mobile ad adattarsi allo spazio.

Montaggio fai da te? No grazie

Avete mai provato a montare da soli un intero mobile? Non parliamo di piccole cassettiere, ma di intere pareti, consolle, addirittura cucine…niente di più stressante!

Manca una vite, cade un bullone, i pezzi non combaciano…per non parlare delle spesso incomprendibili istruzioni!

Ebbene con gli arredi su misura tutto questo sarà solo un brutto sogno!

Costi contenuti

Questo vale per tutti, ma soprattutto per chi arreda un esercizio commerciale come ristorante o un bar.

E specialmente nel caso di catene attive nel settore ristorazione: poter scegliere il giusto “mix” di materiali permette di ottimizzare i costi, sia nell’immediato che nel lungo periodo. Si può infatti scegliere se si “vuole risparmiare” subito il più possibile oppure se investire in prodotti di alta gamma che, quando decideremo di cambiare solo per “noia”, saranno ancora perfetti come il erano alla consegna.

Da Emiliano Arredamenti siamo quindi dei grandi “fan” degli arredi su misura e ti aiuteremo a scegliere quello perfetto per il tuo locale! Contattaci per un preventivo senza alcun impegno!

smart-working

Ai tempi dell’emergenza #coronavirus l’esigenza di lavorare da casa in smart working è sempre più avvertita. Ecco come arredare un ufficio in casa che sia efficiente e in ordine

La possibilità di lavorare da remoto o in smart working, comodamente in casa propria, è per molti una realtà ormai da tempo consolidata. Ma in questi ultimi giorni, a causa purtroppo dei recenti fatti di cronaca, è una necessità sempre più avvertita da liberi professionisti ma anche dalle aziende per i propri dipendenti.

Se da un lato il lavoro da remoto comporta dei vantaggi interessanti, come la possibilità di gestire il proprio tempo, evitare code e consumare meno energia, dall’altro occorre attrezzarsi affinchè si disponga di spazi adeguati.

Allestire in casa propria un ufficio che sia al contempo funzionale e ordinato è un passo importante per tenere separate vita personale e professionale.

Ecco i nostri consigli:

Smart working: gli spazi adeguati

Se disponete nella vostra abitazione di una stanza intera da dedicare ad ufficio, allora avete sicuramente un vantaggio in più.

Non tutti però hanno questa possibilità. In tali casi, l’ideale è ricavare un angolo studio in salotto e sfruttare lo spazio a disposizione nel migliore dei modi.

smart-working

Utilizzate le pareti per creare una struttura di contenitori in legno a scomparti separati per tenere in ordine la cancelleria ed i documenti di dimensioni ridotte.

Smart working: archivi di design

Archiviare documenti è fondamentale per ogni attività professionale. Ma quanto è brutto un archivio da ufficio in salotto?

Per fortuna esistono mobili o vetrinette di design dove poter contenere schede o cartelle che non diano l’impressione di trovarsi in un luogo di lavoro.

Non sempre è necessario spendere cifre astronomiche per ottenere lo scopo: potreste riciclare vecchi scatoloni o cassette di legno adattandone la forma allo scopo d’uso e decorandoli con tecniche di decoupage.

Così potrete tenere i documenti anche in bella vista senza alcun problema!

Smart working: la giusta luce

Scegliere la giusta illuminazione quando si allestisce un ufficio in casa non è affatto semplice. Occorre infatti contemperare diverse esigenze:

  • una luce calda per l’ambiente raccolto del salotto
  • la luce naturale per quanto possibile, per garantire sempre un umore alto
  • un neon per migliorare la visuale.

Come fare? Se potete, collocate la scrivania vicino ad una finestra e posizionate in ogni caso una bella lampada di design che produca una luce adeguatamente potente da permettervi di lavorare anche di sera.

Smart working: tutto a portata di mano

In un ufficio si ha la necessità di avere gli strumenti di uso comune (penne, spillatrici, forbici, ecc) a portata di mano e facilmente raggiungibili.

smart-working

Tuttavia non si può certo avere il caos totale nel soggiorno! Ecco allora una soluzione furba: fissate alla parete accanto alla scrivania una barra di metallo e con dei ganci appendiabiti collocate dei cestini in cui riporre i vostri strumenti di cancelleria.

Per le scorte da tenere assolutamente: dedicatevi un cassetto ma che sia organizzato in maniera certosina, con scatoline e divisori interni.

Smart working: nascondiglio per i cavi

Infine un ultimo consiglio.

In un ufficio allestito dentro casa, la cosa peggiore è vedere cavi elettrici che spuntano da ogni dove.

Niente paura: esistono in commercio appositi supporti per raccogliere ed avvolgere i vari cavi in modo da renderli, se non proprio del tutto invisibili, quantomeno molto meno vistosi.

Continuate a seguire il nostro blog per nuove e fantastiche idee!

effetti-optical

Gli effetti optical della op art: l’arte basata sull’inganno dell’occhio.

Gli effetti optical attraggono in maniera esponenziale l’occhio; sono dei disegni che appartengono all’Optical Art, ossia un movimento di arte astratta che fa parte dell’Arte Cinetica e Costruttivista degli anni ’60. Questa corrente contagiò sia la moda che tutte le forme d’arte cominciando con il bianco ed il nero per poi inglobare anche tutti i colori.

Gli artisti dell’Op Art cercano di stimolare e coinvolgere chi osserva, realizzando opere che inducono ad uno stato di confusione percettiva. Un’arte basata sugli effetti optical e che risalta i valori visivi.

Nonostante sia tutto sviluppato solo su due dimensioni, i motivi danno l’effetto di tridimensione, creano delle deformazioni oppure nascondono delle altre immagini.

effetti-optical

 

L’Op Art nell’arredamento

L’arte degli effetti optical è arrivata anche nell’arredamento, partendo dalla carta da parati come decorazione di un ambiente, per arrivare poi a degli oggetti d’arredo come sedie, specchi, tavoli, tappeti, cuscini, poltrone, piastrelle, divani e tanto altro.

Per quanto riguarda le carte da parati, il tutto è basato su un gioco di prospettive, che crea sulla parete un’illusione ottica. Un esempio è rappresentato dalla carta della realizzazione di Moustache nel “Down the rabbit hole”. Qui sembra che ci sia una scalinata che scende in una galleria (potete vederla nella prima immagine di questo articolo).

Persino una sedia può essere realizzata con effetti optical, con dei cerchi concentrici bianchi e neri che creano la sensazione di essere seduti su di un vortice.

effetti-optical

 

O ancora delle mattonelle che con delle curve concentriche creano l’effetto ottico di avvallamento nel pavimento.

Alcune realizzazioni in stile Op Art creano degli effetti dinamici che quasi ipnotizzano.

Cerchi che diventano quadrati e quadrati che diventano cerchi; curve concentriche, spirali che creano vortici infiniti, distorsioni tridimensionali questa è l’Optical Art. Al tripudio di colori sgargianti si oppone la precisione matematica di motivi ripetitivi che creano forme geometriche lineari, realizzando un’emozione unica che delizia i nostri occhi. L’Op Art si basa sull’osservazione di qualcosa che non può essere definito con precisione.

Nell’arredamento di attività commerciali, gli elementi dell’arte degli effetti optical creano dinamismo, originalità e modernità e sono capaci di trasformare un ambiente semplice e lineare in un connubio di stravaganza ed eccentricità. Perfetti come elementi di arredo di un ufficio, un locale, un bar e tanto tanto altro!

 

rinnovare arredamento bar

Il nuovo anno ha da poco fatto il suo debutto ed ha portato con sé un’aria di cambiamento e profondo rinnovamento. Se state pensando di cambiare anche l’aspetto del vostro locale, seguite i nostri consigli per ottenere un restyling di forte impatto. Iniziamo con tutti i suggerimenti per rinnovare arredamento bar

Le tendenze d’arredo si evolvono piuttosto velocemente, specialmente per bar, pasticcerie ed in genere locali dedicati alla ristorazione. Il 2019 è iniziato da pochi giorni, ed il nuovo anno richiama sempre idee di cambiamento e miglioramento di noi stessi e della nostra attività professionale. I bar, in particolare, puntano il loro successo in gran parte sull’impatto emotivo che sono in grado di avere sulla clientela; rinnovare arredamento bar, quindi, non è solamente una scelta estetica, ma una vera strategia di marketing. L’obiettivo è quello di comunicare un’emozione, ricreare un luogo familiare e confortevole dove i clienti sentano di poter trascorrere in totale confort il loro tempo.

Rinnovare arredamento bar: carattere e personalità

Il primo passo per affrontare un restyling del vostro bar è quello di individuare uno stile da riproporre in tutti i complementi ma, soprattutto, nel carattere stesso del locale. La funzionalità ristorativa, per quanto importante, non è infatti più assolutamente prioritaria: l’obiettivo è quello di riprodurre un genere di arredo ben circostanziato e adatto ad attrarre la clientela ed esaltare i prodotti in vendita invogliandone l’acquisto.

rinnovare arredamento bar

E’ possibile rinnovare l’arredamento optando per un perfetto connubio tra tecnologia di refrigerazione e design, oppure ampliando l’attività e includendo magari una zona ristoro o un angolo pasticceria. Gli arredi moderni riescono ad essere contemporaneamente funzionali ma di design.

Oggi il bar non è più (solamente) il luogo in cui sorseggiare rapidamente un caffè, ma è diventato per molte persone il locale adatto per sorseggiare un aperitivo in totale relax e concedersi venti minuti di relax, o dove concludere affari o rivedere amici che non si incontra da molto tempo. Insomma, il bar sempre più spesso svolge una vera e propria funzione sociale, per cui l’ambiente deve essere il più familiare e confortevole possibile.

Rinnovare arredamento bar: colori e stile

Le tendenze sono molteplici e bisognerebbe chiedersi quale sia lo stile che più si conforma al tipo di bar: è possibile optare per un restyling completo trasformando il locale in una caffetteria oppure prediligere un genere familiare ed accogliente inglobando anche un’area dedicata ai panificati, ai dolci e ai rustici. Si potrebbe ricreare un’atmosfera urban ed industrial o richiamare i pub inglesi per realizzare un luogo che sia anche paninoteca. In tal modo l’attività principale sarà accompagnata da una diversificazione che attirerà clienti con gusti differenti, contribuendo alla rinomanza del locale.

E’ fondamentale definire l’area a disposizione per sostituire i vecchi complementi con arredamenti dalle linee slanciate che sapranno perfettamente conferire spazio e luminosità all’interno del locale.

Nel momento in cui si decide di rinnovare un locale bar è buona norma scegliere lo stile da utilizzare nel complesso degli arredamenti e soprattutto i colori degli interni. Le tendenze attuali sono poliedriche e spaziano tra arredi dalle classiche tonalità ovattate al freddo Industrial Design, principalmente adoperato per un bar di carattere e in simmetria con la metropoli.

rinnovare arredamento bar

Una buona idea potrebbe essere quella di avvalersi di un esperto in progettazione che sappia intuire la soluzione adeguata per molteplici esigenze: lo spazio, lo stile, il target, il carattere, il budget. Ad esempio una periferia legata alla tradizione locale potrebbe essere idonea per uno stile Country con un pizzico di Chic adoperando arredi realizzati principalmente in legno rustico. Al contrario, una metropoli frenetica richiama lo stile Urban alternando il freddo dei metalli con il colore del massello, mentre sul corso principale di una città l’arredamento ideale potrebbe conformarsi ai dettami dello Shabby.

Si potrebbe anche giocare con più tendenze, prediligendo il colore di una e la linearità di un’altra. E’ l’esempio dello stile moderno che preferisce le forme pulite per conferire spazio, ma contemporaneamente può sfruttare le tonalità tenui tipiche di un ambiente familiare.

Rinnovare arredamento bar: modificare l’illuminazione

La luce in un bar è davvero importantissima; non è raro il caso di locali molto belli esteticamente ma male illuminati, che vengono estremamente penalizzati da questa assenza di luce.

Ma attenzione: una corretta illuminazione deve essere appositamente studiata a seconda dello stile che si è scelto per arredare gli interni, perché non tutti i colori e non tutte le luci sono adattabili alla tendenza adoperata.

Lo stile contemporaneo preferisce infatti luci neutre che pongano in risalto la linearità degli arredamenti, mentre lo stile rustico si adatta ad un’illuminazione calda dai toni del giallo. Il neon o il LED è tipico delle atmosfere urban mentre la luce soffusa richiama in mente i bar londinesi immersi nella nebbia della città.

E’ possibile rinnovare il proprio locale prediligendo soluzioni a ridotto impatto ambientale e a risparmio energetico. Nel settore dell’illuminazione, le nuove proposte di alcuni brand prevedono la sostituzione del neon dai banconi con un più innovativo sistema a LED, mentre le refrigerazioni, i frigoriferi e i piani per mantenere a caldo i rustici diventano automatizzati e regolabili per garantire un prodotto genuino per tutto l’arco della giornata.