All posts in News

arredamento-commestibile

Avete mai sentito parlare di arredamento commestibile? Oggi vogliamo svelarvi una simpatica e gustosa soluzione adottata per un hotel londinese!

Abbiamo voglia di stupirvi raccontandovi una storia che ha dell’inverosimile, si tratta di arredamento commestibile: qualcosa di cui sicuramente non avete mai sentito parlare prima d’ora, ma che sicuramente vi incuriosirà parecchio!

Stiamo parlando di un hotel ben preciso, un hotel commestibile, in cui una volta entrati si avverte un profumo così dolce, direi quasi stucchevole; tappeti di meringa saranno lì ad attendervi, tende di zucchero filato e morbidi cuscini di marshmellow vi stuzzicheranno l’appetito!

arredamento-commestibile

L’hotel in questione si trova a Londra, la città delle novità, della stravaganza e delle sperimentazioni. Non poteva  che essere ideato qui l’hotel che si mangia!

Si tratta di ben tre interi piani di tenerezza da mordere!

Da dov’è nata quest’idea?

La Tate & Lyle Sugars, una tra le più famose produttrici britanniche di zucchero di canna, ha lanciato per la sua nuova linea di prodotti questa iniziativa davvero interessante. La Tate & Lyle Sugars ha pensato di accontentare i più golosi dando vita al Cake Hotel, nel fantastico quartiere di Soho a Londra.

Le stanze dell’hotel sono state realizzate da un grande team composto da 14 pasticceri e cake designer e ben oltre 2000 ore di lavoro.

Ogni stanza è caratterizzata da un tema in particolare:

  • Pirati dei Caraibi” in cui un grande forziere di zucchero ricco di perle commestibili e medaglie di cioccolato, vi aspettano;
  • Nella stanza “Mediterraneo” le coperte sono in pasta di zucchero, i tessuti sono tutti commestibili, per non parlare della vasca piena di pop-corn caramellati e ben 10 metri di un dolcissimo battiscopa in pasta di zucchero;

arredamento-commestibile

  • Per i più intellettuali c’è invece la stanza “Barbados“, in cui i protagonisti sono librerie e scaffali, tutti assolutamente da assaggiare. E ancora cesti di frutta in pasta di biscotti dipinti a mano e tante sculture di cristallo (in zucchero)!

«L’hotel riassume l’esperienza, le competenze e l’entusiasmo della nostra azienda nella creazione di questa nuova linea di zuccheri di canna e la versatilità di questo prodotto in tutti gli utilizzi, anche i più creativi» ha dichiarato al Daily Mail James Whiteley, responsabile comunicazione di Tate & Lyle.

Chi di voi non ha sognato, almeno una volta nella vita, di fare un bagno in una vasca piena di cioccolato? Carie a parte, potrebbe essere la vostra meta ideale per un “dolcissimo fine settimana”!

 

cucina-a-vista

La cucina a vista in un ristorante è come un palcoscenico per un cantante! La cucina è il cuore di un ristorante e poter vedere tutto lo staff in azione, rende ciascun cliente uno spettatore.

Una delle più grandi tendenze del momento è quella della cucina a vista, una cucina visibile a tutti; in questo modo anche i più scettici avranno modo di rassicurarsi su ciò che mangiano. La preparazione di ciascun piatto diventa un vero e proprio spettacolo, ecco perché riconduciamo questo tipo di cucina ad un palcoscenico teatrale. Ogni componente dello staff rappresenta un attore…e 3,2,1 let’s start !

La cucina a vista non è per tutti, essa richiede una tecnica precisa, impeccabile e preparata; oltre che una grande ed anticipata organizzazione. È molto impegnativa, ma sicuramente ha il suo perché e ripaga!

cucina-a-vista

Scegliere un ristorante in cui mangiare è come tirare in aria una monetina…nessuna certezza, nessuna garanzia, né sulla qualità del cibo, né tanto meno sulla pulizia della cucina! Per questo è nata l’idea della cucina a vista, che offre al cliente la possibilità di fidarsi e di essere certo di ciò che mangia! Lo chef non ha nulla da nascondere, anzi vuole condividere tutto con il cliente: un ottimo biglietto da visita!

Assodato che la cucina a vista instaura da subito un certo rapporto di fiducia e serenità tra ristorante e cliente, scopriamo insieme come fare ad avere una cucina a vista nel proprio ristorante!

Lo show cooking, ossia la cucina davanti agli occhi è molto di tendenza. Una tendenza derivata essenzialmente dalla cultura della cucina asiatica, in particola di quella giapponese, infatti in tutti i ristoranti giapponesi, gran parte della preparazione è visibile a tutti i clienti.

Ma tutti i ristoranti possono disporre di questa cucina? Come bisogna fare a progettarne una in un ristorante?

cucina-a-vista

Creare una cucina a vista non è semplicissimo, soprattutto perché una normativa Italiana afferma che in nessuna attività di ristoro è possibile avere una cucina aperta al pubblico senza alcun tipo di barriera.

La soluzione ideata è stata infatti quella di una vetrata. Questo però comporta:

  • come prima cosa dover calcolare alla perfezione il giusto rapporto tra altezza del banco e quella delle sedute;
  • successivamente è importante scegliere il cibo “bello” dal punto di vista estetico, non ci si può permettere brutte figure;
  • infine non tutto ciò che accade durante la preparazione di un pasto è bellissimo da vedere, come ad esempio quando gran parte del cibo è stato già preparato e bisogna solo assemblarlo per impiattarlo! Per quanto si può assicurare il cliente che si tratta di cibo fresco, è davvero una brutta scena da guardare!

A chi affidarsi per una cucina a vista?

Se avete tutte le carte in regola per una cucina a vista nel vostro ristorante è importante affidarvi a professionisti del settore, in grado di tenere in conto tutti gli aspetti possibili ed immaginabili. Solo chi è esperto può fare uno studio e valutare attentamente tutti gli spazi e capire se e come è possibile progettare e successivamente realizzare una cucina a vista!

lo-stile-industriale

Lo stile industriale nasce negli anni Cinquanta a New York, dalla necessità di recuperare e rendere riutilizzabili le vecchie aree dismesse, magazzini abbandonati, e grandi spazi, che precedentemente ospitavano industrie, fabbriche, uffici e depositi.

Lo stile industriale prese piede quando nella mente di artisti e creativi si insidiò un’idea ben precisa: quella di riutilizzare, recuperare e riciclare tutti gli spazi dismessi dell’epoca. Nacque come un’idea, che poi si trasformò in una vera e propria sfida: far tornare in vita depositi, magazzini e aree chiuse da tanti anni.

Da allora tantissimi vecchi magazzini furono recuperati, diventando abitazioni, locali o attività commerciali.

Caratteristiche dell’industrial style

L’industrial style ha delle caratteristiche ben precise ed inconfondibili:

Gli spazi creati dai vecchi depositi diventano: open space, loft, ambienti ricreativi, alberghi, ristoranti, case, in cui i protagonisti sono mobili retrò e vintage e vecchi macchinari poggiati a terra.

lo-stile-industriale

Lo stile industriale si è insidiato anche per via della crisi economica degli ultimi decenni, che ha portato tutta la popolazione a pensare e riflettere su come poter risparmiare. E lo stile industriale è all’insegna del risparmio.  Risparmio che poi si è tramutato in una tendenza vera e propria, ecco perché l’industrial style è ormai everywhere.

locali-sulla-spiaggia

Un viaggio tra i migliori locali sulla spiaggia d’Italia: ecco dove poter cenare, ballare e rilassarsi con gli amici a due passi dal mare

L’Italia offre al turista luoghi storici ed artistici unici al mondo, ma anche bellezze paessaggistiche da togliere il fiato, specialmente lungo la costa. Non possono quindi mancare meravigliosi locali sulla spiaggia tutti da scoprire.

Dato l’approssimarsi della stagione estiva, abbiamo quindi pensato di raccogliere una selezione di alcune delle migliori spiagge dove passare una notte di ballo e di svago: dal mar Tirreno allo Ionio, passando per la riviera Adriatica.

Locali sulla spiaggia: da Nord a Sud

Una delle mete più ambite da giovani e adulti è la Versilia, con i suoi locali di tendenza e le sue spiagge ricche di stabilimenti balneari. Forte dei Marmi resta la destinazione più gettonata ed è qui che possiamo trovare La Capannina dei Franceschi, attività storica resa celebre dai film di Jerry Calà e Christian de Sica durante gli anni Ottanta.

La Capannina ha rappresentato e continua a rappresentare un punto di ritrovo per divi dello spettacolo, sportivi, politici e grandi industriali. Oltre alla discoteca, al ristorante e al piano bar, la struttura possiede diverse sale per celebrare eventi e matrimoni o per svolgere meeting e convegni.

A pochi chilometri c’è Marina di Pietrasanta, dove troviamo l’Otras Beach Club. Il locale è stato ideato dai migliori designer della penisola, basandosi sui concetti del beach entertainement e della club culture internazional.

Per quanto riguarda il versante adriatico la tradizione ci indica le coste della riviera romagnola: Rimini e Riccione restano una tappa obbligatoria per chi ama ballare in spiaggia.

Il Cocoricò, nonostante le polemiche degli ultimi anni, continua a rappresentare la vera attrattiva di Riccione: con i suoi ospiti internazionali e le sue serate da tutto esaurito è uno dei club più celebri e frequentati di tutta Europa.

Si trova invece a Milano Marittima tappa obbligata sarà il Papeete Beach, noto per le compilation estive che hanno accompagnato generazioni di giovani. I party firmati Papeete tra l’altro arrivano sulle spiagge di tutta Italia con i tour estivi On the road.

Ma è il Salento che negli ultimi anni ha battuto ogni record di presenze, balzando in cima alle classifiche delle mete preferite dai turisti italiani e stranieri.

Qui possiamo trovare grandi locali che si affacciano sulle splendide spiagge salentine: su tutti il Samsara Beach di Gallipoli, la città salentina più quotata soprattutto tra i giovani. Questo locale, con la sua location stupenda, è diventato un punto di riferimento e un fenomeno quasi inarrestabile rivoluzionando l’idea di Beach Party, facendone un vero e proprio evento imperdibile.

Il Samsara Beach è tra le discoteche in spiaggia più famose e apprezzate d’Italia, resa ancora più celebre dai tour invernali, organizzati nei migliori beach club d’europa, e dai Winter Beach Party in periodo natalizio che hanno esteso l’attività del locale a tutto l’anno.

Se invece siete sul versante opposto della penisola salentina, potete andare alla Bahia, in località Alimini nei pressi di Otranto. Lo stile è quello di un lounge beach bar frequentato da un pubblico selezionato, con un notevole colpo d’occhio offerto dal panorama e dai giardinetti in stile esotico e tropicale.

Tra i locali sulla spiaggia più amati d’Italia ci piace anche ricordare il Blanco Hotel a Castellaneta Marina (Ta), o il noto Ristorante Assudiest a Bari, entrambi oggetto di restyling da parte dello staff di Emiliano Arredamenti.

locali poke

Dalle Hawaii alla Puglia: i locali Poke sbarcano nella nostra Terra portando anche qui il gusto del piatto che fa impazzire l’Europa

Locali specializzati nella pietanza a base di pesce e verdura tipica dell’arcipelago dell’Oceano Pacifico. Ecco cosa sono i locali Poke. Ed è subito moda, anche a Bari.

Il connubio tra la tradizione pugliese, in particolare barese, ed il pesce crudo è noto da sempre. Ma oltre agli ‘allievi’, ai ricci, alle cozze e al polpo c’è un altro modo per portare a tavola il mare.

Viene dalle Hawaii e si chiama Poke.

Si tratta di un piatto tipico dell’arcipelago dell’Oceano Pacifico, già da tempo sbarcato in Europa e dell’Italia settentrionale, e ormai pronto a farsi conoscere anche nel capoluogo pugliese. È il cibo più “instagrammato del momento“.

I locali Poke: non solo sushi

Il Poke, detto anche poké, è a base di pesce crudo e si serve come antipasto o piatto principale.

La tradizione vuole che sia a base di tonno o polpo, ma esistono anche varianti con il salmone e i frutti di mare crudi. A dare corpo al tutto una serie di condimenti come sale marino, alghe, frutta e verdure.

E la pietanza, nata dalla tradizione dei pescatori hawaiani, ha sentito nel tempo l’influenza del Giappone, confermata dalla presenza fra gli ingredienti di salsa di soia, cipolle verdi e sesamo.

Insomma, se la moda dei piatti orientali non è mai cessata, oggi convince non solo il Japan Food. Il Pokè rappresenta una valida alternativa, un piatto alternativo ma sempre molto cool, su cui vale la pena scommettere.

E noi di Emiliano Arredamenti, da sempre attenti alle tendenze del momento, saremo come sempre al vostro fianco per aiutarvi a realizzare i vostri progetti!